http://www.ausl.rn.it/medicina-narrativa-esperienze-formative/1152-l%EF%BF%BD%EF%BF%BD%EF%BF%BDarte-di-ascoltare-e-mondi-possibili.html

Logo Azienda USL della Romagna
Rimini
Qr Code
URL della pagina
 

L’arte di ascoltare e mondi possibili

Inserito in Esperienze formative - Ultima modifica il:

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

[Momento formativo di 6 ore con Marianella Sclavi docente di Etnografia Urbana e Antropologia Culturale alla I Facoltà di Architettura del Politecnico di Milano fino a tutto il 2008.]

L’evento è stato presentato con la seguente scheda. La pubblicizzazione è avvenuta tramite telefonate e spedizione della stessa scheda per posta elettronica. Hanno firmato la presenza 28 persone, di cui 10 infermieri, 6 educatori, 5 medici, 3 assistenti sanitari, 2 assistenti sociali, 1 fisioterapista, 1 direttore amministrativo.

 Alcune persone esterne all’azienda invitate non hanno firmato.

Scheda di presentazione dell’evento:

L’arte di ascoltare e mondi possibili
Incontro con Marianella Sclavi

Data: Venerdi 17 Aprile 2009
Sede: U.O. Risorse Intangibili – Via Flaminia 76 Rimini
Orario: 9.00 – 12.00 / 13.00 – 16.00
Crediti richiesti: 6

L’incontro è una occasione per iniziare a conoscere la riflessione che da molto tempo Marianella Sclavi sviluppa e pratica sull’arte di ascoltare-osservare e sulla gestione creativa dei conflitti.
Si inserisce all’interno di una serie di momenti formativi che hanno lo scopo di far intravedere le direzioni di ricerca e di riflessione che sono connesse alla sezione del sito aziendale Le storie che formano.

Marianella Sclavi ha insegnato Etnografia Urbana e Antropologia Culturale alla I Facoltà di Architettura del Politecnico di Milano fino a tutto il 2008.
Alcune sue pubblicazioni: A una spanna da terra. Una giornata di scuola negli Stati Uniti e in Italia e i fondamenti di una metodologia umoristica, Bruno Mondadori, Milano, giugno 2005 (Prima ed.Feltrinelli,1989) Arte di Ascoltare e mondi possibili. Come si esce dalle cornici di cui siamo parte. Bruno Mondadori, Milano, 2003 (Prima ed. Le Vespe, Pesaro, 2000); Avventure Urbane. Progettare la città con gli abitanti. Eleuthera ed, Milano 2002 (M.Sclavi et al,con postfazione di Giancarlo De Carlo); La Signora va nel Bronx, in economica Paravia Bruno Mondadori  2006 (Prima ed. Anabasi 1994) Ridere dentro. Un seminario sull'umorismo in carcere. MiIano, Anabasi, 1993 (Marianella Sclavi et al)

________________________________

Le “Sette Regole dell’Arte di Ascoltare” (Marianella Sclavi, 2000)

1.Non avere fretta di arrivare a delle conclusioni. Le conclusioni sono la parte più effimera della ricerca.

2. Quel che vedi dipende dal tuo punto di vista. Per riuscire a vedere il tuo punto di vista, devi cambiare punto di vista.

3. Se vuoi comprendere quel che un altro sta dicendo, devi assumere che ha ragione e chiedergli di aiutarti a vedere le cose e gli eventi dalla sua prospettiva.

4. Le emozioni sono degli strumenti conoscitivi fondamentali se sai comprendere il loro linguaggio. Non ti informano su cosa vedi, ma su come guardi. Il loro codice è relazionale e analogico.

5. Un buon ascoltatore è un esploratore di mondi possibili. I segnali più importanti per lui sono quelli che si presentano alla coscienza come al tempo stesso trascurabili e fastidiosi, marginali e irritanti, perché incongruenti con le proprie certezze.


6. Un buon ascoltatore accoglie volentieri i paradossi del pensiero e della comunicazione interpersonale. Affronta i dissensi come occasioni per esercitarsi in un campo che lo appassiona: la gestione creativa dei conflitti.

7. Per divenire esperto nell'arte di ascoltare devi adottare una metodologia umoristica. Ma quando hai imparato ad ascoltare, l'umorismo viene da sè.

Questo sito non fà uso di cookie di profilazione di terze parti. Utilizza solamente cookie "tecnici" emessi direttamente dal sito per scopi editoriali o per permettere l'erogazione di servizi. Per maggiori dettagli leggere la "privacy policy"