Sorgenti di radiazioni ionizzanti

Le sorgenti di radiazioni

La scoperta dei Raggi X è avvenuta nel 1895 per merito di Roentgen mentre stava studiando le scariche elettriche nei gas rarefatti in tubi di Hittorf-Crookes. Henry Bequerel scopri invece che alcuni materiali fosforescenti impressionavano le pellicole fotografiche.
Le sorgenti di radiazioni si possono dividere in due grandi categorie:
tubo di Roentgen
Tubo di Roentgen
Le sorgenti radiogene sono delle apparecchiature che sfruttano l' accelerazione delle particelle cariche (elettroni, protoni, ecc.) al fine di produrre fasci molto intensi di queste particelle ionizzanti. Un fascio di elettroni accelerati, quando interagisce con materiale ad alto numero atomico (es. tungsteno) genera un fascio di onde elettromagnetiche molto intenso (raggi X).
decadimento gammaDecadimento gamma di un nucleo atomico instabile
Le sorgenti radioattive sono dei materiali, naturali od artificiali, che per la loro natura di elementi (nuclei atomici) instabili tendono a stabilizzarsi, ovvero ad emettere energia, sotto forma "di radiazione (alfa, beta, gamma, etc… )