Quali danni

Quali danni

I rischi principali dell'azoto liquido sono legati alla sua temperatura, di -196 °C, questo significa che il contatto con il liquido può provocare gravi ustioni da freddo, oppure se più prolungato può portare al congelamento della parte interessata.

Per quanto riguarda il rischio d'incendio, l'azoto non presenta particolari problemi essendo un gas NON infiammabile e NON comburente.

Se l'azoto è presente nell'aria malata in quantità superiori alla sua normale concentrazione (circa 78%) può provocare stati di asfissia.

Questa situazione può realizzarsi anche a causa dell'evaporazione dell'azoto liquido in ambienti chiusi. E' necessario quindi prevedere l'utilizzo di azoto esclusivamente in locali ben areati.