Modalità di trasmissione

Trasmissione...

punturaContatto diretto:trasferimento fisico di microrganismi fra una persona infetta o colonizzata da un ospite ad un ospite suscettibile (es. la scabbia).

Contatto indiretto comporta un contatto con un ospite suscettibile con un oggetto contaminato che fa da intermedio, di solito inanimato, come strumenti, aghi imbrattati con fluidi biologici come sangue, urine, liquido pleurico... (ad esempio gli infortuni a rischio biologico).

Trasmissione tramite goccioline di grandi dimensioni "droplet" (meningiti, polmoniti, gravi infezioni batteriche respiratorie come difterite, pertosse...) generate dal soggetto fonte principalmente durante la tosse, gli starnuti e parlando.

La trasmissione si verifica quando le goccioline contenenti i microrganismi generate dalla persona infetta vengono espulse a breve distanza nell'aria e depositate sulla congiuntiva dell'ospite, sulle mucose nasali e sulla bocca.

Trasmissione per via aerea

  • sia per disseminazione di nuclei di goccioline ("droplet nuclei": residui di piccole particelle con diametro di 5 micrometri o meno) evaporate contenenti microrganismi che rimangono sospese nell'aria per un lungo periodo;
  • sia particelle di polveri contenenti l'agente infettivo.

I microrganismi trasmessi per via aerea comprendono il micobatterio della tubercolosi, il virus del morbillo e il virus della varicella.

I microrganismi trasportati in questo modo possono essere largamente dispersi da correnti d'aria e possono venire inalate dall'ospite suscettibile dentro la stessa stanza oppure lontano dalla fonte, a seconda dei fattori ambientali.