La classificazione delle aree di lavoro

Zone

L'impiego di macchine radiogene e di sorgenti artificiali comporta la presenza di campi di radiazione negli ambienti di lavoro, che devono essere classificati da parte dell'Esperto Qualificato sulla base di quanto disposto dal D.Lgs. n. 230/95 come modificato dal D. Lgs 241/00.

Si definisce Zona Classificata (art.6 lettera d) ogni ambiente di lavoro sottoposto a regolamentazione per motivi di protezione contro le radiazioni ionizzanti. Tali zone devono essere delimitate e segnalate.

 

Le Zone Classificate si suddividono in:

Zona Sorvegliata:
ogni area di lavoro in cui sussiste per i lavoratori la possibilità di superare uno dei valori limite di dose fissati per le persone del pubblico e che non sia classificata Zona Controllata.

Zona Controllata:
ogni area di lavoro in cui, sulla base degli accertamenti dell'Esperto Qualificato, sussiste per i lavoratori la possibilità di superare uno dei valori limite di dose stabiliti per i lavoratori esposti di categoria A.

 

Classificazione delle aree di lavoro con sorgenti artificiali di radiazioni ionizzanti (Valori in mSv/anno)
Categoria Dose efficace Dose equivalente


Cristallino Pelle (1 cm2) Mani, piedi,
caviglie, avambracci
Zona Sorvegliata 1 15 50 50
Zona Controllata 6
45 150 150

 

Le zone vengono segnalate da appositi cartelli di pericolo:

Cartelli di pericolo per zone classificate
Zona sorvegliata con solo irraggiamento Zona controllata con solo irraggiamento
zona sorvegliata con irraggiamento e contaminazione  zona controllata con irraggiamento e contaminazione
Zona sorvegliata a rischio di irraggiamento
Zona controllata a rischio di irraggiamento
zona sorvegliata a rischio di irraggiamento e contaminazione
zona controllata a rischio di irraggiamento e contaminazione