Come si previene

Prevenzione...

Con un'adeguata, periodica e specifica informazione/formazione su tale rischio e sulle misure di prevenzione da attuare, associata a misure di controllo di tipo tecnologico, procedurale e organizzativo quali:

  • una giusta manualità, data da un adeguato periodo di formazione
  • non mangiare, bere, fumare e conservare bevande e cibo negli ambienti di manipolazione di tali composti.

Il personale dell'Azienda che risulta esposto a tale rischio deve essere formato con i contenuti previsti dal Provvedimento 5 agosto 1999 (Linee guida per la sicurezza e la salute dei lavoratori esposti a chemioterapici antiblastici in ambienti sanitari), pubblicato sulla G.U. n. 236 del 7 ottobre 1999. Qualora altri lavoratori vengano addetti a lavorazioni che comportino tale rischio, ciò potrà avvenire previo accertamento dell'idoneità sanitaria alla mansione specifica da pare del Medico Competente e dopo un periodo di affiancamento con un operatore esperto (tutor).