Accertamenti

Gli accertamenti preventivi e periodici, servono a valutare l'idoneità del lavoratore alla mansione specifica.
Tale idoneità deve essere verificata al momento dell'assunzione e prima di ogni cambio mansione, per evitare che un soggetto che presenta un'alterazione dello stato di salute venga destinato a lavori i cui rischi possano aggravarne la patologia già in atto.

La sorveglianza sanitaria prevede inoltre accertamenti sanitari periodici, mirati ai rischi specifici e volti a:

• verificare di volta in volta l'idoneità del lavoratore a proseguire l'attività lavorativa;

• verificare che non siano intervenute modificazioni dello stato di salute legate all'attività lavorativa;

• valutare se l'eventuale presenza di alterazioni patologiche non correlate al lavoro possa costituire una controindicazione alla prosecuzione dell'esposizione ai fattori di rischio lavorativi.

Gli accertamenti preventivi e periodici comprendono sia la visita medica che indagini diagnostiche mirate al rischio.
Quando è possibile, durante gli accertamenti periodici viene inoltre eseguito il monitoraggio biologico, che consente, misurando opportuni indicatori presenti nelle urine o nei liquidi biologici dei lavoratori, di valutare quantitativamente l'esposizione ai vari fattori di rischio.


Sono previsti inoltre accertamenti sanitari su richiesta del lavoratore qualora quest'ultimo ritenga possa esistere una correlazione tra i disturbi lamentati ed i rischi professionali a cui è esposto.

 

Per sapere come contattare nella tua Azienda l'E.Q. , consulta il wiki alla voce "Differenze e specificità aziendali"