Autore: Puchko Tania

ASSISTERE IL PAZIENTE DISFAGICO

La disfagia è un sintomo, non una malattia, è un disturbo della deglutizione (di alimenti, saliva o altro) conseguente per lo più a patologie neurologiche (PSP, Ictus, TCE, Parkinson, SM, SLA, M. di Alzheimer, Demenze multi infartuali, Miopatie, ecc.), oncologiche o traumi.
La disfagia può essere di vari gradi e compromettere la deglutizione di liquidi, cibi solidi, cibi semi-solidi o semiliquidi o più di questi insieme.
Le principali complicanze della disfagia sono l’aspirazione tracheo-bronchiale (passaggio di cibo nelle vie aeree con possibilità di soffocamento), la polmonite ab ingestis (è la polmonite dovuta al cibo nei polmoni), la malnutrizione e la disidratazione: a questi due ultimi aspetti si possono associare disturbi del comportamento e diminuzione delle difese immunitarie.

Consigli pratici per chi assiste il malato disfagico durante il pasto:

Licenza Creative Commons
La cura del paziente by Svitlana Puchko is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Unported License.